Il prestigioso Caruso Ravello a caccia di talenti

Lavoro di squadra, formazione, crescita, welfare: sono solo alcuni degli aspetti su cui punta il Caruso in vista della scelta delle nuove figure professionali che formeranno il team 2023 della struttura, prima nel settore lusso in Italia per quanto riguarda la leading.

 Preferisco non parlare solo e semplicemente di assunzione quanto piuttosto di una vera e propria caccia ai talenti” afferma il Managing Director Alfonso Pacifico ” chi lavora al Caruso deve sentirsi parte integrante di un meccanismo in cui ciascuno è indispensabile quanto un ingranaggio.

I risultati ottenuti nell’ultimo anno, assolutamente lusinghieri, sono il frutto di una strategia fatta di passione e di crescita. Nessuno resta indietro perché ci muoviamo come un corpo unico”.

Oggi il Caruso, gruppo Belmond, è parte integrante del colosso del lusso LVMH: attenzione ai dettagli e perfezione declinano perfettamente un nuovo concetto di ospitalità che non è più soltanto accoglienza ma che investe aspetti poliedrici e spazia in più settori.

Ed è proprio su questa base che è partita la ricerca dei nuovi ” prodigi” a cui il Caruso spalancherà le porte da aprile. Oltre alla professionalità e ad una spiccata propensione all’accoglienza,  sono richiesti spirito di squadra e disponibilità alla formazione e alla crescita. 

” Per lavorare bene occorre stare bene” continua Alfonso Pacifico ” ecco perchè la nostra compagnia sta investendo su due aspetti fondamentali: la formazione e il welfare. Metteremo in campo diverse iniziative per integrare ancora meglio l’aspetto professionale a quello sociale e per investire su chi sceglie di affiancarci e di percorrere insieme a noi il cammino nell’eccellenza”

Di seguito le figure richieste: 
COMMIS DE RANG – CHEF DE RANG – MAÎTRE – COMMIS DE BAR-BArTENDER – COMMIS DE CUISINE – CHEF DE PARTIE – ASS. GUEST EXPERIENCE MANAGER – ASS. FRONT DESK MANAGER – NIGHT AUDITOR


Vedi anche

Una giornata particolare_di Massimiliano Morelli

Esattamente trentatré anni dopo il blitz del Dall’Ara, quando il 2-1 sul Bologna portò in …