Linea Notturna – Poetto Lido

Dalle feste in casa all’Aquarium di Torre delle Stelle: la movida negli anni ’70 e ’80 raccontata dal dj Giulio Massidda_di Fabio Salis

Nel corso dei decenni i generi musicali si trasformano, così come mutano i gusti del pubblico, lasciando spazio a nuove melodie, ma la funzione più importante della musica resta sempre quella di aggregare. Tutto questo accadeva anche in Francia durante l’occupazione nazista, quando i cittadini si rinchiudevano nelle case e …

Approfondisci

Filippo Lantini: “ ho fatto ballare tutta Cagliari per trent’anni.”_di Fabio Salis

“Per noi ragazzi il Lido era come una casa, arrivavamo la mattina e ce ne andavamo la notte. Lì mangiavamo anche ed eravamo una grande famiglia, ci conoscevamo tutti.” Filippo Lantini, famoso dj del Capoluogo negli anni ’70, ’80 e ’90, ricorda così le sue estati trascorse durante la gioventù …

Approfondisci

Quella storica “Woodstock dei canestri” sulla Rotonda del Lido_di Nando Mura

Era stato l’ultimo regalo del nostro capitano. Il capitano di tutti noi: Alberto Pedrazzini. Al suo funerale, Alberto Onorato, ex playmaker di Esperia e Olimpia, aveva lanciato l’idea, colpito dalle migliaia di persone che avevano riempito Bonaria come un Palasport nel giorno di una finale scudetto, quando tanta gente resta …

Approfondisci

1966 – Ragazze strette strette_di Giorgio Deiana

Era il 1966. Frequentavo la Casa dello Studente, dove alloggiava un collega di Facoltà, col quale ci eravamo accordati per studiare Diritto privato.  Per questo, essendo io motorizzato, mi recavo tutti i giorni alla Casa. Era il 1966 e ancora il clima generale  era piuttosto festaiolo. Avevo notato, con qualche sorpresa, …

Approfondisci

Generazione Linea Notturna; aspettando che ripassi_di Alberta Zancudi e Marcello Lai

Era il 1988, il 18 aprile esattamente, quando il Linea Notturna fu inaugurato. Una storia lunga 32 anni, che ha accompagnato diverse generazioni di cagliaritani. Si capì subito che sarebbe stato un successo oltre ogni più rosea previsione. Niente fu lasciato al caso. C’era bisogno di un ampio parcheggio per …

Approfondisci