Ristoranti sardi nel mondo: L’Isola del Tesoro a MIlano_di Leo Cao

Roberto Tola, oggi quarantasettenne, dopo gli studi liceali a Cagliari, nel 1990 si trasferisce a Milano per lavorare nel ristorante di famiglia. Si tratta del ristorante “L’isola del tesoro” dei fratelli Tola, situato nella zona di Porta Romana, nel pieno centro di Milano, meta ambita dai milanesi più esigenti e allo stesso tempo tappa obbligatoria per ogni sardo che vive a Milano e dintorni, ma anche per chiunque arrivi nel capoluogo lombardo per lavoro o piacere.

Oltre ad offrire un ampio ventaglio di cucina internazionale, “L’isola del Tesoro” è sede dell’unico Cagliari Club della Lombardia, riempiendosi così ad ogni partita di tifosi fuori sede che ne approfittano per prepararsi alla partita con i piatti regionali: antipasti di salumi e formaggi sardi, bottarga e pesce crudo, i primi più classici come mallorreddus o fregola, conditi in diversi modi, e il pesce fresco (pescato in acque sarde e consegnato quotidianamente tramite corriere) proposto nelle ricette più amate della nostra terra, dalla spigola alla vernaccia al San Pietro con carciofi e patate, fino ad astici e aragoste. E non può mancare il mitico e immancabile maialetto, sapientemente cotto da papà Marcello.

Il televisore nella sala centrale trasmette sempre la partita dei rossoblu e anche dopo pranzo si è ben accolti con la possibilità di gustare degli ottimi dolci (seadas e dolcetti tipici), accompagnati dall’ottimo mirto e fil’e ferru artigianali. Inoltre la carta dei vini offre un’ampia scelta di vini regionali e nazionali.

Fanno da cornice le maglie dei campioni storici del Cagliari, appese in bella mostra nel locale, dove spesso, tra i clienti abituali, si organizzano delle trasferte da nord a sud e le numerose incursioni al Sant’Elia, dove il presidente Tommaso Giulini è solito accogliere Roberto e i suoi amici più stretti in un caloroso benvenuto. Lo stesso presidente è infatti un assiduo frequentatore de “L’Isola del Tesoro”. Un punto di riferimento per la cucina tradizionale sarda a Milano, ma la grandissima differenza che emerge rispetto ai numerosissimi ristoranti sardi in città è qualcosa che Roberto, i suoi fratelli e la sua allegra brigata propongono 365 giorni all’anno: la convivialità e la fratellanza sarda, unite a degli ottimi prodotti proposti in una maniera eccellente.

Complimenti Roberto, continua così e naturalmente… 

FORZA CAGLIARI!!!

©Sardegnatavola

Vedi anche

Le strade del vino_di Attilio Gatto

Ci facemmo travolgere dalla Primavera, in una giornata tersa, splendida, né soffocante, né da brividi. …