Pier Sandro Scano, dalla politica a Cambridge_di g.a.

Laureato in Filosofia nell’Università di Cagliari, con tesi in filosofia della scienza (relatore prof. Giovanni Solinas, contro-rel. Prof.ssa Maria Teresa Marcialis), docente per pochi anni di materie umanistiche, ha essenzialmente una biografia di uomo politico e di amministratore pubblico. E’ stato sindaco del suo paese Villamar dal 1976 al 1983 e di nuovo dal 2006 al 2016, consigliere regionale per tre legislature, assessore regionale della Programmazione e del Bilancio, presidente regionale dell’ANCI.

Militante e dirigente, prima del PCI ( di cui è stato segretario provinciale di Cagliari 1979-1987 e poi segretario regionale  1987-1989,   componente del Comitato Centrale  dal 1979 fino allo scioglimento del PCI) e poi del PDS. E’ stato uno dei fondatori e leaders in Sardegna del “Movimento per le riforme”, che svolse una rilevante funzione nella nostra isola negli anni novanta, nella battaglia per la riforma della legge elettorale, delle istituzioni e della politica.

Autore di articoli e saggi sulla questione sarda, sull’autonomia speciale e su temi di riforma istituzionale, ha  curato con Giuseppe Podda il libro ‘ Renzo Laconi, un’idea di Sardegna’.

A partire dal 2000 con Democratzia, associazione politica da lui fondata e diretta, ha contribuito alla  stagione dell’associazionismo politico e dei movimenti.

Ha dato vita, da sindaco di Villamar, alla Fondazione  no- profit  ‘ Centro servizi alla persona’, della quale è tuttora presidente, molto attiva nel socio-sanitario e nel sostegno alla ricerca scientifica.

Lasciato progressivamente l’impegno politico diretto, è ritornato alla sua vocazione originaria di studioso di filosofia della scienza, di epistemologia e in misura crescente di fisica, soprattutto relativistica.

 Negli ultimi sei mesi ha pubblicato sull’Archive della Università di Cambridge quattro preprint :  1) On the velocities addition relativistic equation ( ottobre 2023);

                             2) Space and Time, do we describe them correctly? 

                                 On the  4-dimensional structure of the universe ( gennaio 2024);

                             3) The fifth Solvay Congress really over or still open

                                  Between Physics and Philosophy ( marzo 2024);

                             4) For a new impulse to research on Special Relativity

                                 Notes on the mathematical formalism of Special Relativity

                                 ( maggio 2024).

1), 2) e 4) sono pubblicati nella sezione Physics, 3) in quella Philosophy.

Gli ultimi due in ordine cronologico sono pubblicati ( l’ultimo in via di pubblicazione) anche nell’ Archive dell’Università di Pittsburgh ( Pennsylvania), celebre per il suo Centro di filosofia della scienza.

Interrogato sul perché di questa sua seconda vita, risponde:

La vita politica, praticata tuttavia con grande passione, è stata una scelta operata dalle cose della vita più che da me, quasi una deviazione rispetto alla mia vera aspirazione, che è sempre stata quella di studiare, di sapere e di provare a capire dove siamo capitati.

Alla domanda ‘continuerà a scrivere di fisica?’ risponde:

Certamente, in fondo ho appena iniziato. Di fisica e di filosofia, che sono due rami della stessa pianta. Si sa che il principale libro della storia della fisica, il capolavoro di Newton, portava come titolo : ‘Philosophiae Naturalis Principia mathematica’ .

Vedi anche

Tarcisio Agus: Le radici e la storia locale _di Giorgio Ariu

A Tarcisio Agus, dopo la presentazione al Salone del libro di Torino della sua ultima …