Le antiche ricette tramandate dai pastori/La pecora brasata_di Cosimo Mocci

Ingredienti per 4 persone

g. 300 lombatina di pecora n. 1/2 cipolla bianca n. 2 bicchieri vino Monica n. 1 carota g. 250 pomodori ciliegini favette fresche sgusciate n. 3 patate Timo, aglio, finocchietto selvatico, bacche di mirto e di ginepro salvia rosmarino  basilico olio evo sale grosso marino g. 100 pane grattuggiato kentos

Preparazione

Tritare il pane grattuggiato con le erbe aromatiche, impanare a secco la lombata, adagiare sull’olio precedentemente scaldato e scottare per pochi minuti da ambo le parti in modo da formare una crosta che sigillerà la carne.

Togliere dal tegame e adagiare su carta da cucina, mettere da parte.

In un altro tegame rosolare la cipolla tagliata a spicchi in poco olio, aggiungere le bacche di ginepro e di mirto, il vino rosso e lasciare ridurre fino ad ottenere una salsa scura e densa e tenere da parte.

In una padella con poco olio rosolare l’aglio e il finocchietto selvatico con le favette fresche, tenere da parte. In una pirofila mettere la lombata e le patate precedentemente sbianchite, aggiungere al termine i pomodori ciliegini, infornare per circa 6 minuti a 180°C.

A termine cottura tagliare la lombata a medaglioni e servire con le patate e i pomodorini, sopra versare la salsa bruna e terminare il piatto con la cipolla glassata, le favette e la nappa di finocchietto selvatico.

Vedi anche

Due cuori e una cucina

Claudio Bardi e Mariarosaria Castiello, alias “Due Cuori una Cucina” sono due coniugi che nel …