Luci di Natale_di Elisabeth Wibel

Questa ricetta è dedicato al natale realizzato con farina di mais, semola di grano duro, sugo di pomodoro, cime di broccolo e carote croccanti. Un piatto semplice creato con alimenti svuota frigo.

              (per cinque persone)

                     Ingredienti per l’impasto:

  • 300 g  semola di grano duro rimacinata, selezione “ Trigu de Oro ” Sardo Sole
  • 135 ml. acqua
  • q.b. spezia curcuma e succo di rapa rossa
  • 400 g  farina di mais precotta
  • 1,400 ml  brodo vegetale
  • q.b. sale fino

                             Ingredienti per il ripieno e condimento:

  • 400 g (1 barattolo) di pomodoro “Il Datterino della Fiammante pomodoro”
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 petali di cipolla
  • q.b.  olio extravergine di oliva
  • q.b foglie di basilico fresco
  • q.b. sale fino
  • 300 ml latte intero fresco
  • 70 g farina bianca
  • 30 g maizena
  • q.b. noce moscata
  • 100 g formaggio cremoso “Robiola”
  • 2 cucchiai parmigiano grattugiato
  • 1 carota media
  • q.b. cime di rapa
  • a piacere verdure per il brodo vegetale
  • 2 pomodori secchi

Procedimento:   Iniziamo la ricetta con la preparazione del sugo di pomodoro con semplici ingredienti cuocendolo con olio e aromi, (aglio e cipolla) sino ad ottenere un preparato denso e profumato con del basilico che aggiungeremo solo a fine cottura. Con un frullatore ad immersione frulliamolo aggiungendo un filo di  olio extravergine di oliva a crudo ed infine setacciamolo per renderlo bello cremoso. In una pentola dal bordo alto mettiamo a cuocere il brodo per la polenta con le verdure che più desideriamo con uno o due  pomodori secchi,  fuoco vivace per almeno una mezz’oretta. Il broccolo e le carote devono restare croccanti e quindi sbollentati e subito scolati. Le carote le tagliamo a rondelle e con una formina ricaviamo tante stelline. Prepariamo l’impasto per la creazione dei ravioli e dopo mezz’ora di riposo le sfoglie. Formiamo con un coppa pasta dei triangoli per realizzare i saccottini e dare la forma della fiamma alla candela che andremo a realizzare con la polenta. Pronto il brodo e ancora bollente aggiungiamo gradualmente la farina di mais mescolando energicamente con la frusta continuando a mescolare finché il composto risulti omogeneo e senza grumi e inizia a staccarsi dal fondo. La polenta precotta è pronta già dopo 5 minuti, ma per ottenere un gusto più intenso si può cuocerla per altri 10 minuti in più e all’occorrenza aggiungendo altro brodo bollente. Versiamola all’interno di una ciotola dal bordo alto e aspettiamo che si indurisca prima di tagliarla con un semplice tagliapasta a forma di stella e creare la base delle candele. Nel frattempo ci prepariamo la besciamella al formaggio. Prima di tutto scaldiamo il latte a bagnomaria così da tenerlo sempre caldissimo ma che non raggiuga l’ebollizione. Setacciamo la farine e il maizena e versiamole  in un tegame non troppo grande. Uniamo un filo di latte caldo e mescoliamo velocemente, utilizzando una piccola frusta. Creiamo una cremina liscia e densa, poi uniamo tutto il latte caldo, il burro, la noce moscata e il sale.

Mescoliamo bene e mettiamo sul fuoco, a fiamma bassa inizialmente, dopo 2/3 minuti alziamo la fiamma e sempre mescolando, portiamo ad ebollizione. Quindi togliamo dal fuoco, uniamo il parmigiano e la robiola continuando a mescolare bene fino ad amalgamare bene tutti gli ingredienti. Finalmente abbiamo tutto pronto per creare i nostri bellissimi piatti di natale. Mettiamo a bollire i ravioli in abbondante acqua salata e bollente, appena affiorano in superfice un minuto di cottura e scoliamo. Intanto le basi di polenta sono al caldo, prendiamo i piatti (possibilmente caldi) versiamo al centro un cucchiaio di sugo di pomodoro caldo oppure con un canapast, stencil tondo in silicone alimentare creiamo con il sugo dei disegni al centro del piatto. Adagiamoci le basi delle candele di polenta e versiamoci sopra un cucchiaio di cremina di formaggio, decoriamo il piatto con le verdurine croccanti, broccolo e stelline di carote ed infine sistemiamo i ravioli sopra la base della candela e della cremina di formaggio. Infine spolverizziamo con della polvere di broccolo (verde), peperone (rosso) e (giallo) di zucca, serviamo.

Buon Natale a tutti Voi.

Suggerisco un vino rosso corposo e persistente dal suo inconfondibile colore rosso rubino, il Terre Brune. Questo è un vino che nasce nell’azienda vinicola a Santadi, nel sud-ovest della Sardegna, Italy.

Vedi anche

Su Coru de Amori_di Elisabeth Wibel

Ravioli monoporzione realizzati per rendere speciale e romantica la cena a lume di candela, una …