Eryka_di Elisabeth Wibel

Questi tortelloni nascono come regalo di compleanno per la mia carissima amica Erika con la quale ho condiviso da sempre i miei progetti, sogni e la passione per la pasta fresca artigianale. Lei mi è sempre stata di supporto nei momenti più difficili e ce ne sono stati tanti, tantissimi. Una sera prima del giorno del suo compleanno ero ospite a casa sua, poco prima  di andare a coricarsi disse a voce alta: nemmeno questa volta per il mio compleanno mi hai preparato i tuoi ravioli, sorrise e andò a dormire. Non ci crederete ma io quel sorriso lo ricordo ancora oggi. La mattina era sempre la prima ad alzarsi e preparava la colazione per tutti, ma quella mattina sul tavolo regnavano i ravioli, i miei bellissimi tortelloni rosa con una delicata sfoglia bicolore ricamata con cuoricini segno di affetto e di amore.

                      (per 5 porzioni)

                     ingredienti per l’impasto:

  • 400 g semola di grano duro rimacinata, selezione “ Trigu de Oro ” Sardo Sole
  • 100 ml. succo di barbabietola rossa
  • 80 ml. acqua a temperatura ambiente
  • q.b. sale fino.

                       ingredienti per il ripieno e condimento:

  • 200 g formaggio grasso semi stagionato a pasta molle Bonassai P.T A.
  • 200 g formaggio grasso breve stagionatura a pasta semidura filata
  • 100 g formaggio grasso, fresco a pasta molle Fresa ( Fresa de Attenzu ) P.T.A.
  • q.b. formaggio grattugiato pecorino sardo
  • 300 ml. panna fresca da cucina
  • q.b. latte scremato
  • 1 cucchiaino di succo di barbabietola rossa
  • q.b. sale fino

Procedimento:  In una ciotola in vetro mettiamo i formaggi tagliuzzati grossolanamente con un coltello, amalgamiamoli con cura e formiamo un panetto chiudendolo e mettendolo a riposare in frigorifero. In un pentolino antiaderente versiamo la panna, un pochino di latte, il succo della barbabietola rossa ed un pizzico di sale ( a piacere un pizzico anche di pepe ). Portiamo a bollore e con un frullatore ad immersione frulliamo il tutto cercando di inglobare più aria possibile tale da rendere la crema spumosa e vellutata. Versiamo la semola in due ciotole in terracotta, abbiamo bisogno di due tonalità di rosa, una delicata ed una brillante, impastiamo inizialmente all’interno della ciotola e successivamente sul piano da lavoro con le mani, energicamente fino ad ottenere un composto bello liscio, elastico e omogeneo. Chiudiamo i due panetti all’interno di due bustine per alimenti e mettiamo a riposare in un posto fresco ed asciutto per una mezz’oretta. Stendiamo la sfoglia, con un coppa pasta dalla forma rotonda segniamo un cerchio e  con una rotella taglia pasta la  incidiamo, mettiamo al centro di esso una noce abbondante di impasto, chiudiamo, smerliamolo e modelliamolo con le mani. Mettiamo sul fuoco in abbondante acqua una pentola capiente, appena sfiora il bollore aggiungiamo il sale, versiamo i ravioli, appena saliranno a galla scoliamoli dopo tre minuti di cottura. Prepariamo i piatti, al centro versiamo un cucchiaione di crema abbastanza calda, adagiamoci sopra cinque ravioli, come decoro delle foglie in pasta e dei petali di fiore edibili, serviamo.

Vedi anche

Couscousett_di Elisabeth Wibel

Insolite polpette da preparare e servire fredde, un primo piatto vegetariano, delicato, fresco e leggero. …