Due cuori Quattro facce Una città, il film di Claudia Saba

E’ un film dedicato alla città di Cagliari, della quale risaltano le sue caratteristiche, le usanze, il calore e la solarità della gente, le parole pronunciate con naturale cadenza cagliaritana, i suoi cibi tipicamente sardi, il suo mare, i suoi parchi e tanto altro che scorrerà davanti agli occhi, con scene quasi mai dai contorni sfocati per non imporre allo sguardo dove direzionarsi e da cosa restare attratti.

La realtà del capoluogo sardo sarà vissuta attraverso una storia d’amore tra una ragazza e un ragazzo molto giovani, Kiara e Andrea. Kiara, la protagonista principale, è anche la voce narrante del film.

Azzurra Casu

Kiara è una studentessa al quarto anno del  liceo scientifico Pacinotti. Il padre fa l’ingegnere , la madre si prende cura della famiglia con molta passione e il fratellino frequenta il primo anno della scuola media.
Andrea si è diplomato l’anno precedente e non ha ancora deciso cosa vorrà fare da grande. E’ figlio unico. I suoi genitori sono parrucchieri e lavorano nel loro salone.
Kiara e Andrea hanno in comune la convinzione di essere brutti.
Si conoscono un giorno in cui entrambi decidono di rendere più piacevole la loro realtà, trasformandosi in personaggi virtuali, iscrivendosi quindi su Instagram con falsa identità, mantenendo lo stesso nome ma diverso cognome.
Così accade che Andrea nota il profilo di Kiara, rimane colpito dalla sua bellezza e inizia a seguirla sul social.
 Kiara, notato il follower, trova Andrea davvero molto carino, ricambia e inizia a seguirlo a sua volta.
Con molta emozione, Andrea decide di scriverle in privato per ringraziarla e per presentarsi. Così fanno amicizia ma entrambi non rivelano da dove scrivano, per mascherare bene la verità.
Per Kiara quello è un periodo molto difficile. Ha appena scoperto la relazione tra il padre  e la sua segretaria e questo ha sconvolto tutta l’armonia familiare, ma soprattutto la grande fiducia, complicità e stima che nutriva nei suoi confronti. Si sentiva tradita anche lei, oltre che la mamma.

Chiara Piludu

Anche Andrea era in conflitto con suo padre, perché lo istigava a prendere una decisione sul suo futuro non sopportando l’idea di vederlo oziare dalla mattina alla sera. Così nascevano ripetuti litigi che la mamma cercava di lenire con grande preoccupazione.
Proprio per reagire a queste loro realtà, entrambi avevano trovato un oasi di pace travestendosi da belli e felici.
Assieme sognavano e ogni giorno si rendevano conto che il rapporto diventava sempre più importante.
I personaggi protagonisti di questo film sono quattro: due della vita reale e due della vita virtuale, gli stessi che compaiono nelle foto di Instagram.
Più si innamorano e più la situazione diventa problematica, perché avendo un identità falsa non possono incontrarsi,  nonostante il desiderio di vivere il loro rapporto nella realtà  sia sempre più forte.
Vivono dunque una vita reale con tutti i loro problemi e rifugiandosi nella vita virtuale.
 Durante questo periodo Kiara subirà un calo di profitto scolastico dovuto all’ansia.
Un altro personaggio è Leo, innamorato di Kiara ma dalla stessa rifiutato perché ritenuto solo un grande amico. Michelle è la più cara amica di Kiara, mentre Nicola è il migliore amico di Andrea. Entrambi si confidano con loro.

Stefano Cancellu

Michelle consiglia a Kiara di far ingelosire suo padre affinché possa tornare con la madre.
Fa amicizia con la mamma e fa in modo che il padre si accorga della loro frequentazione. Una volta scoperti, l’ingegnere Fois, padre di Kiara, inizia a comprendere quello che sta perdendo. La figlia non gli parla più e sua moglie sta per iniziare una nuova relazione. La cosa lo spaventa e decide di troncare il rapporto con Rebecca. Si presenterà all’insaputa della moglie Maria davanti al suo corteggiatore e, dopo avergli sferrato un pugno, gli intimerà di non avvicinarsi mai più a sua moglie.  Così il piano va a buon fine. Nel frattempo Kiara riprende a rivolgere la parola a suo padre e tutta la famiglia tornerà in pace ed armonia come una volta.

Simone Nonnoi


Nel frattempo, Andrea litiga seriamente col padre e scappa di casa. Durante le ore trascorse sulla Sella del Diavolo, conosce un clochard molto saggio, che gli darà dei buoni consigli. Trascorrerà la notte sulla Sella, e prenderà delle decisioni importanti. Capirà che è giunto il momento di svelare la verità a Kiara. Così le manderà un messaggio e Kiara, a sua volta, svelerà la sua verità. Si dicono addio il giorno stesso in cui si rendono conto che finalmente possono incontrarsi. Perché se i visi erano falsi, quello che si trasmettevano era vero. Andrea manda un altro messaggio a Kiara chiedendo di incontrarsi dopo tre ore nel quartiere di castello. Lei accetta.
Si fanno belli per un incontro romantico. L’emozione è tanta, temono di non piacersi, ma quando si vedranno si renderanno conto di essere bellissimi. Inizia così la loro storia d’amore reale. Il film si conclude con un bacio incorniciato dal paesaggio di una romantica città che profuma di mare. Cagliari.

In copertina Claudia Saba

Vedi anche

La danza che unisce e solidarizza_di Elisabetta Mocci

Al giorno d’oggi è difficile trovare delle persone che riescono a farti innamorare dell’incredibile mondo …